La Toppa

Sono due anni che vivo con "La toppa". A volte vivo normalmente come se nulla fosse, e a volte, nei momenti più impensati mi viene in mente... mi tocco  la cicatrice sulla nuca e penso che ho una toppa di lattice sulla membrana del mio cervello...e mi sento per un attimo agitare...e se si stacca? e se si rompe? Mi sento su una bomba ad orolegeria...ma poi mi dico che sulla bomba ci stiamo seduti tutti, che chiunque può scivolare in terra, può cadere dalle scale, può finire sotto un'auto e puff! Tutto finito. Però "fa strano" pensare a questa parte non umana nella mia testa...non è un pezzo da donna bionica in una gamba o in un braccio...sta proprio lì, appoggiata al cervello, la sala dei comandi di tutto ciò che è la nostra vita. Ovviamente la benedico, la toppa, credo mi abbia salvato la vita... ma è inevitabile pensare: Per quanto? Ma poi mi dico di nuovo che per tutti in fin dei conti è così, ognuno di noi può farsi la stessa domanda: Per quanto? E allora mi rimetto a vivere la mia vita e ricomincio a fare le mie cose.