Open Studio

2 aprile dalle 10.00 alle 17.00 (visite solo su appuntamento)

In occasione della Open Week della Valdinievole sarà visitabile su appuntamento il mio studio di Pittura.

Per prenotare una visita scrivere a monicaspicciani@gmail.com

P1040443

 

Ecco alcuni appuntamenti della Open Week in Valdinievole:

Impossibile riassumere in una sola lista tutti le aperture, le visite guidate, le degustazioni, gli itinerari ciclistici e trekking in programma durante la prima Open Week di Montecatini e della Valdinievole, sabato 26, domenica 27 e lunedì 28 marzo e poi ancora sabato 2 e domenica 3 aprile. Tra gli eventi clou sicuramente la mostra fotografica Alinari che coinciderà con l’apertura vera e propria dell’Open Week. Organizzata dall’Associazione Culturale Buggiano Castello al Palazzo Pretorio, verrà inaugurata sabato 26 marzo alle ore 11.30 e rimarrà visitabile fino al 2 giugno. Tanti scatti stupendi che ricostruiscono il paesaggio di questo angolo di Toscana fra fine Ottocento e inizio Novecento.

Villa Bellavista è l’altra perla che Buggiano ha da offrire. La maestosa dimora barocca, oggi adibita a Museo Nazionale dei Vigili del Fuoco, sarà aperta in via straordinaria il giorno di Pasquetta, lunedì 28 marzo, dalle 10.00 alle 17.00.


Archiviato in:Arte

from WordPress https://monicaspicciani.wordpress.com/2016/03/28/open-studio/
via IFTTT

La pittura per me è ancora miele.

Leggendo “La confessione” di Tolstoj ho trovato la spiegazione semplice e chiara del perché dipingo.

In tutta l’angoscia di incertezza che mi perseguita l’arte per me è ancora miele.

“Già da lungo tempo è stata raccontata la favola orientale del viandante inseguito nella steppa da una belva inferocita. Per mettersi in salvo dalla belva il viandante balza dentro un pozzo senza acqua, ma sul fondo del pozzo vede un drago che spalanca le fauci per divorarlo. E l’infelice, non osando striciar fuori per non essere sbranato dalla belva inferocita, non osando neppure saltare sul fondo del pozzo per non essere divorato dal drago, si afferra ai rami di un cespuglio selvatico cresciuto nelle fenditure del pozzo e si regge ad esso. Le sue mani allentano la presa ed egli sente che presto dovrà arrendersi alla fine che lo attende da ambedue le parti; ma egli continua a reggersi e mentre sta aggrappato si guarda attorno e vede due topi, uno nero e l’altro bianco che girando uno di qua e uno di là dal fusto del cespuglio a cui sta appeso, si sono messi a roderlo. Ed ecco che il cespuglio è lì lì per schiantarsi e precipitare ed egli cadrà nelle fauci del drago. “Il viandante vede tutto ciò e sa che inevitabilmente perirà; ma mentre sta così appeso cerca intorno a sé e trova sulle foglie del cespuglio delle gocce di miele, le raggiunge con la lingua e le lecca.”

“Così anch’io mi reggo ai rami della vita sapendo che il drago della morte, pronto a sbranarmi, mi aspetta inevitabilmente e non posso capire come mai sono sottoposto a questa tortura. Ed io provo a succhiare quel miele in cui prima trovavo consolazione; ma questo miele ormai non mi rallegra più e il topo bianco e il topo nero – giorno e notte – rodono il ramo a cui mi reggo. Vedo chiaramente il drago, e il miele non è più dolce per me. Vedo una cosa sola: il drago inevitabile e i topi – e non posso distogliere lo sguardo da essi. E questa non è una favola bensì la vera verità, indiscutibile e comprensibile a tutti.”

“L’antico inganno delle gioie della vita che attutiva il terrore del drago ormai non m’inganna più. Per quanto mi dica: tu non puoi comprendere il senso della vita, non pensare, vivi: io non posso farlo, perché troppo a lungo l’ho fatto prima. Ora io non posso non vedere i giorni e le notti che corrono via e che mi conducono alla morte. Vedo solo questo perché solo questo è la verità. Tutto il resto è menzogna. Quelle due gocce di miele che più a lungo delle altre hanno fatto sì che distogliessi gli occhi dalla crudele verità e cioè l’amore per la famiglia e quello per lo scrivere, che io chiamavo arte, ormai non sono più dolci per me.”

Passi di: Lev Nikolaevič Tolstoj. “La confessione”.


Archiviato in:Arte, PAROLE Tagged: #aruotalibera, Arte, PAROLE, pensieri, pittura, Riflessioni

from WordPress https://monicaspicciani.wordpress.com/2016/03/28/la-pittura-per-me-e-ancora-miele/
via IFTTT

Do you remember DollSamalugi?

Vi ricordate il making of di DollSamalugi? Ecco, sono arrivate le prime due opere della nuova serie.

DollSamalugi

DollSamalugi, 100×120 mixed media on canvas 2016 da foto di Luigi Vescovini

RED DOLLSAMALUGI

Red DollSamalugi, 100×100 mixed media on canvas 2016 da foto di Luigi Vescovini

pennelli&parole

Questa cosa delle bambole mi ha preso bene… sarà che da piccola giocavo coi soldatini e mi sono mancate. A parte le riflessioni pseudo psicologiche mi sto divertendo ad esplorare il mondo delle bambole con la pittura e ieri ho fatto una sessione fotografica con Luigi Vescovini per la realizzazione di nuove opere. Stavolta la bambola sono io, mi sono un po’ “mascherata” e mi sono fatta fotografare.
A breve inizieranno a comparire i nuovi lavori.
Stay tuned.

from Blogger http://monicaspicciani.blogspot.com/2016/02/e-dopo-dollsamantha-arriva-dollsamalugi.html

via IFTTT

View original post


Archiviato in:Arte, PENNELLI Tagged: art, Arte, artisti, dolls, italian painter, painting, PENNELLI, pittura, toscana, work in progress

from WordPress https://monicaspicciani.wordpress.com/2016/03/24/e-dopo-dollsamantha-arriva-dollsamalugi-2/
via IFTTT

La saggezza

primaelementare.jpgLa saggezza inconsapevole di mia madre, che ha 79 anni e probabilmente una demenza senile in corso, mi dice “non te la prendere, te la prendi troppo”, come se dipendesse da me prendermela o meno.

Non ci riesco a non prendermela, non ci riesco a farmi scivolare addosso le cose.

Come fai a restare inddifferente alla notizia che un tuo compagno di giochi e di scuola è morto di infarto a 45 anni? Non importa se non avevi più contatti con lui da anni,  ti viene subito in mente che ha la tua stessa età e che la sua vita è stata interrotta bruscamente, senza preavviso e troppo presto; ti ricordi di quando veniva a casa tua e facevate finta di essere degli speaker radiofonici e vi registravate su una cassettina con il registratore mezzo scassato… riguardi la foto delle elementari e pensi che una persona come te, della tua età, con la quale hai del passato in comune non c’è più.

Io proprio non ce la faccio a non prendermela.

E non voglio parlare delle tragedie che ci circondano ogni giorno, che a starci dietro ci sarebbe da star male ogni minuto della propria esistenza, a quelle si sopravvive eludendo qualche telegiornale o pensando ad altro finchè non ci toccano da vicino…

Non so se la saggezza sia il riuscire a prendere la vita come viene nonostante tutto, se così fosse, mia mamma, con la sua semplicità ed egoismo senile, allora è sicuramente molto più saggia di me.


Archiviato in:PENSIERI E PAROLE Tagged: pensieri, Riflessioni

from WordPress https://monicaspicciani.wordpress.com/2016/03/13/la-saggezza/
via IFTTT

Inaugurazione di “Inventario” a Made in…Art Gallery Venezia

12829060_1316477418367972_7539705941387395778_o

Panoramica sulla mostra

Ieri 5 marzo ha inaugurato la mostra Inventario nr.2 alla Made in… Art Gallery di Venezia, purtroppo non sono andata personalmente all’evento a cui ho partecipato con le mie 6  DollSamantha di piccolo formato, per fortuna la tecnologia aiuta e posso postarvi qualche foto ed un filmato di presentazione del curatore Daniel Buso.

12806245_1237551389607136_444564828435840640_n

Ingresso Made in…Art Gallery

E’ stato interessante ascoltare l’interpretazione data alle mie opere, in quanto mi ha fornito una visione esterna e vergine rispetto alla mia. Ci tengo a precisare che non ho fornito alcuna spiegazione in merito alla mia poetica artistica, per cui, come afferma il curatore stesso, le riflessioni in merito ai miei lavori sono frutto esclusivo di ciò che gli hanno suscitato.

 

 

FILMATO DELL’INAUGURAZIONE


Archiviato in:art, arte, artist, artisti, Attualità, italian painter, mostre, pittura Tagged: art, arte, artist, italian painter, mostre, mostre venezia, painting, pittura, veneto, venezia

from WordPress https://monicaspicciani.wordpress.com/2016/03/06/inaugurazione-di-inventario-a-made-in-art-gallery-venezia/
via IFTTT

Com’è faticosa la coerenza

In questo post non parlo di arte ma semplicemente faccio una constatazione, esprimo un pensiero piccolo derivato da un altrettanto piccolo fatto della mia vita quotidiana.

Suona il campanello, mi alzo e chiedo chi è quasi senza attenzione perchè a quell’ora viene sempre il postino, una voce diversa però mi dice «Sono Don Luigi, per la benedizione.»

Ok panico.

Nel giro di un secondo ho pensato se dirgli subito che non ci credo o se farlo venir su a benedire come sempre è successo e farmi un segno di croce alla sfuggita, così giusto per essere gentile.

La mia vocina un po’ flebile ha detto «Beh, veramente non sarei credente…» e lui ha risposto «Ma nemmeno tuo marito?»

Ok panico di nuovo, perchè mio marito proprio proprio come me non è…sì insomma, ne parliamo spesso della questione religiosa anche perché entrambi abbiamo avuto un passato da cattolici praticanti (lui più di me a dire il vero e forse in questo passato era pure amico di questo prete gentile), anche se adesso siamo praticamente agnostici, io quasi atea…

Ho risposto «NI».

Vi rendete conto? Rispondere ni al citofono ad un prete che ti chiede se tuo marito è credente è da decerebrati.

Lui con il sorriso nella voce mi ha detto «Va bene, ti rispetto, salutami tuo marito»

Mi sono sentita una merda.

E’ dura abolire l’abitudine di anni, è dura non fare ciò che si è sempre fatto per seguire una conformità di pensiero, è dura dire di no alla gentilezza.

Mio marito mi ha rassicurata, mi ha detto che ero semplicemente stata coerente con ciò che penso. Sì,  ma è difficile essere coerenti, anche nelle piccole cose, specialmente quando sarebbe molto più semplice fare gli ipocriti, buon viso a cattiva sorte e fingere, con buona pace di tutti.


Archiviato in:artisti, Attualità, pensieri, Riflessioni Tagged: benedizione, coerenza, idee, pensieri, religione, Riflessioni

from WordPress https://monicaspicciani.wordpress.com/2016/03/04/come-faticosa-la-coerenza/
via IFTTT